Palchi nei Parchi
Torna all'elenco

Gli spettacoli sono ad ingresso gratuito 

con possibile offerta libera green.
Si raccomandano plaid o cuscino per sedersi sull’erba e abbigliamento comodo.

 

Palchi nei Parchi

Le indicazioni sulle variazioni a causa del maltempo sono riportate nelle pagine dedicate al singolo evento.

 

Dettaglio Spettacolo

SCONCERTO ROCK

Parco di Villa Chiozza

Scodovacca di Cervignano del Friuli

Domenica 2 Giugno / ore 18:30

DI E CON Gene Gnocchi

CHITARRA Diego Cassani

BASSO Giovanni Vezzosi

BATTERIA Paolo Trabucchi

 

In caso di maltempo:
Teatro Pasolini, Cervignano del Friuli (Ud)

Programma Spettacolo

Ancora una volta “The Legend” torna sulla scena con il suo gruppo rinnovato per quello che, nelle sue intenzioni, dovrebbe essere di nuovo un grande concerto celebrativo. Si trasforma però ben presto in un calvario: problemi audio, insubordinazione dei musicisti, giornalisti della stampa estera che lo mettono alla berlina, il traduttore che lo ridicolizza e il pubblico che gli contesta le scelte artistiche. Va da sé che la rock star si trova nella situazione di trasformare la celebrazione in un disastro, che è poi il disastro della sua condizione, quella di un principiante assoluto, che piega la propria arte nell’uso del momento! Musica, travestimenti, gags e incursioni sul palco del poeta Bosniaco Jean Paul Beltont e dell’acculturato Giry Kolar, impersonati da Gene nella doppia veste di attore e cantante.

In collaborazione con PromoTurismoFVG e Comune di Cervignano del Friuli.

Ore 16:30: I POSTO PER LA VISITA GUIDATA SONO ESAURITI. 

La visita guidata è a cura di PromoTurismoFVG. 

 

 

Le Nostre Parole
SI PRESENTA LA RACCOLTA FONDI GREEN

Luana Casonatto, FIAB Coordinamento Regionale.

Parco di Villa Chiozza
Descrizione

Lo scienziato e imprenditore triestino Luigi Chiozza (1829-1889) ha indissolubilmente legato la sua figura a villa Chiozza e al suo parco, perché vi dimorò dal 1858 dopo aver abbandonato l’Istituto di Arti e mestieri di Milano a seguito della morte della giovane moglie.

La tenuta di Scodovacca era allora utilizzata come una casa estiva per la famiglia, ma egli seppe adattarla a residenza principale, trasformando alcuni annessi rustici in laboratori: qui Chiozza mise a punto le proprie ricerche utili alle innovazioni in campo agrario e nel 1870 Louis Pasteur scoprì un rimedio alla pebrina, la malattia dei bachi da seta che andava decimando la produzione europea.
Nella seconda metà dell’ottocento la tenuta fu radicalmente ristrutturata: la villa assunse l’attuale aspetto neoclassico con ingresso bugnato e trifora con edicola e timpano, mentre i terreni circostanti furono trasformati in un vasto parco all’inglese. Chiozza fece arrivare a Scodovacca più di 140 essenze, costruendo uno scenario dove l’apparente naturalezza del paesaggio è il frutto di una studiata pianificazione. In 22 ettari troviamo piante provenienti da ogni parte del mondo: sequoie secolari (Nord America), liquidambar (Nord America), ginko biloba (Cina) accanto a piante autoctone quali carpino bianco e acero campestre. Una delle attrazioni più singolari del parco è una vera foresta di canne, alte e robuste, costituiscono una fitta macchia verde, scura e impenetrabile.

Acquistata nel 1978 dalla Regione, l’intera tenuta è oggi sede della PromoturismoFVG.

COME ARRIVARE

Raggiungibile in auto e breve camminata dall'ingresso su via Fredda SP54.

Evento realizzato in collaborazione con