Palchi nei Parchi
Torna all'elenco

Gli spettacoli sono ad ingresso gratuito 

con possibile offerta libera green.
Si raccomandano plaid o cuscino per sedersi sull’erba e abbigliamento comodo.

 

Palchi nei Parchi

Le indicazioni sulle variazioni a causa del maltempo sono riportate nelle pagine dedicate al singolo evento.

 

Dettaglio Spettacolo

I NOSTRI CLASSICI

Riondino accompagna Vergassola ad incontrare Flaubert

Parco di Villa Chiozza

Scodovacca di Cervignano del Friuli

Domenica 4 Giugno / ore 18:30

DI E CON

David Riondino
Dario Vergassola

 

In caso di maltempo:

Teatro Pasolini, Cervignano del Friuli (UD)

Programma Spettacolo

Immaginiamo che, davanti all’analfabetismo di ritorno che a detta di molti affligge l’Italia, il Ministero della Cultura lanci una campagna nei teatri, affidata ad attivisti organizzati nelle minacciose “Brigate Culturali”, con l’obiettivo di alzare il livello medio degli attori di cabaret. Un comico scelto a caso tra i più ignoranti in letterature classiche verrà pubblicamente torturato sotto forma di interrogatorio-lezione su un classico fondamentale dell’800.
Il sorteggio organizzato dal Ministero ha estratto un nome: Dario Vergassola. Trascinato sul pubblico palcoscenico, viene sottoposto da Riondino (che per l’occasione ha studiato abbastanza) a un interrogatorio su cosa egli sappia del testo classico scelto. A fronte della corrosiva vena satirica di Vergassola, il romanzo, questa è la scommessa, si rivela ancora vivo, provocatorio, sconcertante

 

Ore 11.00 e 16.30: VISITA GUIDATA al parco di Villa Chiozza a cura di PromoTurismoFVG

 

Le Nostre Parole
GRANDI RAPACI: IL GRIFONE

Un gigante è tornato a volare sulle nostre montagne.

                                Fulvio Genero, Direttore scientifico della Riserva naturale del Lago di Cornino.

Parco di Villa Chiozza
Descrizione

Lo scienziato e imprenditore triestino Luigi Chiozza (1829-1889) ha indissolubilmente legato la sua figura a villa Chiozza e al suo parco, perché vi dimorò dal 1858 dopo aver abbandonato l’Istituto di Arti e mestieri di Milano a seguito della morte della giovane moglie.

La tenuta di Scodovacca era allora utilizzata come una casa estiva per la famiglia, ma egli seppe adattarla a residenza principale, trasformando alcuni annessi rustici in laboratori: qui Chiozza mise a punto le proprie ricerche utili alle innovazioni in campo agrario e nel 1870 Louis Pasteur scoprì un rimedio alla pebrina, la malattia dei bachi da seta che andava decimando la produzione europea.
Nella seconda metà dell’ottocento la tenuta fu radicalmente ristrutturata: la villa assunse l’attuale aspetto neoclassico con ingresso bugnato e trifora con edicola e timpano, mentre i terreni circostanti furono trasformati in un vasto parco all’inglese. Chiozza fece arrivare a Scodovacca più di 140 essenze, costruendo uno scenario dove l’apparente naturalezza del paesaggio è il frutto di una studiata pianificazione. In 22 ettari troviamo piante provenienti da ogni parte del mondo: sequoie secolari (Nord America), liquidambar (Nord America), ginko biloba (Cina) accanto a piante autoctone quali carpino bianco e acero campestre. Una delle attrazioni più singolari del parco è una vera foresta di canne, alte e robuste, costituiscono una fitta macchia verde, scura e impenetrabile.

Acquistata nel 1978 dalla Regione, l’intera tenuta è oggi sede della PromoturismoFVG.

COME ARRIVARE

Raggiungibile in auto e breve camminata dall'ingresso su via Fredda SP54.

Evento realizzato in collaborazione con

                                In collaborazione con PromoTurismoFVG e Comune di Cervignano del Friuli.