Palchi nei Parchi
Torna all'elenco

Gli spettacoli sono ad 

ingresso gratuito, con

possibile offerta

libera green.

Palchi nei Parchi

Le indicazioni sulle variazioni

a causa del maltempo

sono riportate nelle

pagine dedicate al

singolo evento.
 

Dettaglio Spettacolo

BANDA 4.0

Parco di Villa Chiozza

Scodovacca di Cervignano del Friuli

Domenica 11 Settembre / ore 18.00

Banda Osiris
MANDOLINO, CHITARRA, VIOLINO, TROMBONE

Sandro Berti
VOCE, SAX, FLAUTO Gianluigi Carlone
TROMBONE, BASSO, TASTIERE Roberto Carlone
PERCUSSIONI, BATTERIA, BASSOTUBA

Giancarlo Macrì

PRODUZIONE Banda Osiris s.n.c.
DISTRIBUZIONE Reggio Iniziative Culturali S.r.l.

 

In caso di maltempo: Teatro Pasolini Cervignano del Friuli

Programma Spettacolo

“Io vi auguro sogni a non finire e la voglia furiosa di realizzarne qualcuno. Io vi auguro di non rinunciare mai all’avventura, alla vita e all’amore. Io vi auguro di essere lieti e fieri di voi stessi. E infine, io vi auguro di combattere sempre l’indifferenza, di fare di ogni luogo la vostra resistenza.”

Banda 4.0 è il nuovo spettacolo nato per celebrare i quarant’anni della Banda Osiris. Uno spettacolo pirotecnico e poetico, un grande circo di luci e idee sorprendenti oltre che di musica. Un feeling con il pubblico immediato, dove la musica ha sfiorato corde impensabili e fuori dal tempo, diventando un fermo immagine divertente, dinamico e potente. Un richiamo alla figura dei clown musicali, una meteora che si avvicina alla loro figura perfetta e strampalata ma vicina allo spirito bambino e innocente di ognuno di noi.

 

ATTIVITA' COLLATERALE

Ore 10.30 e ore 15.30 VISITA GUIDATA NATURALISTICA al Parco di Villa Chiozza.

A cura di PromoTurismoFVG.

Per prenotazioni: info@palchineiparchi.it

 

Le Nostre Parole
IL TURISMO SOSTENIBILE

A cura di PromoturismoFVG.
 

Parco di Villa Chiozza
Descrizione

Lo scienziato e imprenditore triestino Luigi Chiozza (1829-1889) ha indissolubilmente legato la sua figura a villa Chiozza e al suo parco, perché vi dimorò dal 1858 dopo aver abbandonato l’Istituto di Arti e mestieri di Milano a seguito della morte della giovane moglie.

La tenuta di Scodovacca era allora utilizzata come una casa estiva per la famiglia, ma egli seppe adattarla a residenza principale, trasformando alcuni annessi rustici in laboratori: qui Chiozza mise a punto le proprie ricerche utili alle innovazioni in campo agrario e nel 1870 Louis Pasteur scoprì un rimedio alla pebrina, la malattia dei bachi da seta che andava decimando la produzione europea.
Nella seconda metà dell’ottocento la tenuta fu radicalmente ristrutturata: la villa assunse l’attuale aspetto neoclassico con ingresso bugnato e trifora con edicola e timpano, mentre i terreni circostanti furono trasformati in un vasto parco all’inglese. Chiozza fece arrivare a Scodovacca più di 140 essenze, costruendo uno scenario dove l’apparente naturalezza del paesaggio è il frutto di una studiata pianificazione. In 22 ettari troviamo piante provenienti da ogni parte del mondo: sequoie secolari (Nord America), liquidambar (Nord America), ginko biloba (Cina) accanto a piante autoctone quali carpino bianco e acero campestre. Una delle attrazioni più singolari del parco è una vera foresta di canne, alte e robuste, costituiscono una fitta macchia verde, scura e impenetrabile.

Acquistata nel 1978 dalla Regione, l’intera tenuta è oggi sede della PromoturismoFVG.

COME ARRIVARE

Raggiungibile in auto e breve camminata.

Evento realizzato in collaborazione con

                                                                           Comune di Cervignano